GLI OSPITI DEL MIO GIARDINO

domenica 25 aprile 2010

CARI RICORDI

Oggi era una vera giornata di primavera! Là, nella nostra casa di campagna si stava come in paradiso: certo se non avessimo avuto da rimettere a posto il giardino, avremmo potuto distenderci e rilassarci divinamente, come qualcuno mi ha augurato nel post precedente, ma...
...mio marito non era di quest'avviso e, a dire il vero, neanch'io.
Il nostro giardino ha bisogno di essere rimesso in ordine; anzi, siamo molto indietro! con il freddo che ha continuato per troppo tempo non potevamo andare: la casa non ha riscaldamento! e poi la pioggia che è venuta copiosa: l' erba è cresciuta a dismisura e tante cose sono da potare.

E' sempre più difficile poter mantenere il giardino: non possiamo andare là ogni giorno e di conseguenza, il lavoro si accumula ed è peggio per noi.
Mi guardo in giro: lo amo questo giardino, è quanto di più bello mio padre mi potesse lasciare a ricordo della sua energia e creatività.
Penso a quando al suo posto c'era solo una scarpata e sembra perfino impossibile che lo abbia potuto costruire così!


Ricordo quando fece questa fontana: con tutti i sassolini la rese molto particolare; il pino che cresceva al di sopra l'ha sgretolata in alcune parti e dovrà essere restaurata.


Ricordo quando fece questi scalini:

e questi........

sono passati 41 anni e mi sembra ancora di vederlo all'opera: fare il cemento e prendere le misure, mettere il filo a piombo per andare diritto, e caricarsi il materiale: tutto da solo!! .... e mio padre era un impiegato! ma negli ultimi anni della sua vita non aveva più mani da impiegato ma da muratore: screpolate e sformate.

E ricordo quando costruì questo muretto
.....e quel sasso sporgente: " Questo serve per appoggiarsi quando si sale!" disse mostrandolo a mamma e a me..ricordo il sorriso con cui ce lo mostrò!

Ricordo quando tornò a casa dicendoci di aver invasato un mandorlo: semplicemente aveva costruito con delle pietre un vaso attorno ad un mandorlo ....adesso ci sono solo i tronchi secchi del mandorlo...un fulmine lo bruciò, ma a noi dispiaceva toglierlo completamente così, è ancora lì, dietro il tavolino di granito nel suo "vaso" come lui volle!
E il tavolino di granito: babbo non l'ha mai visto al posto: lo scarpellino che lo aveva creato, lo venne a montare quando babbo non c'era più........



E intanto Saverio continua a togliere erba...
prima di raggiungerlo continuo il mio viaggio nei ricordi...

Una rosa, la prima della stagione, mi guarda passare....

......e le pervinche occhieggiano dall'aiuola delle piante grasse....

Il Kumquat, mandarino cinese: ricordo quando babbo comprò questa pianta.... ha i suoi anni anche lui, ma continua a donarci i suoi fruttini saporiti per tutto l'anno : piacevano tanto alla mia mamma! appena si arrivava andava subito a coglierne uno per assaporarselo.

Ricordo quando mamma mise un seme di pompelmo in un vasetto: nacque una piantina! quando raggiunse il mezzo metro babbo la mise in terra e ora è un albero e ha dato e dà i suoi bei pompelmi dorati! ora sembra spoglio, ma stanno rispuntando le foglioline nuove e prima dell'estate avrà di nuovo la sua bella chioma verde scuro

.....e ancora ricordo: mamma mise dei noccioli di dattero in terra, vicino al pompelmo.... e la palma è nata..... non dovremmo lasciarla crescere ancora, darà fastidio alle piante che le sono intorno, ma non posso pensare di toglierla........
Penso che forse non è giusto vivere di ricordi: ma è anche vero che in questo modo sento ancora vivi i miei genitori...è come non voler lasciarli andare!
Forse non è giusto......continuo a girare per il giardino e ovunque vedo qualcosa che mi parla di loro e mi parla anche della mia giovinezza, e dei miei bimbi...come erano felici quando potevano stare in questo giardino.... e poi provo un senso di infinita tristezza! spesso, negli ultimi anni, abbiamo considerato l'eventualità di vendere questa proprietà .......so che ne soffrirei immensamente, ma è anche vero che con il tempo sarà sempre più difficile farne la manutenzione.
Caccio via questo pensiero che mi tormenta e vado a raggiungere Saverio: un piccolo aiuto posso ancora darlo.....

sabato 24 aprile 2010

UN SALUTO


BUON FINE SETTIMANA A TUTTI E SPERIAMO IN UN PO' DI SOLE!!! NOI SI VA IN CAMPAGNA.... A DOMANI SERA!
Si è verificato un errore nel gadget