GLI OSPITI DEL MIO GIARDINO

lunedì 17 gennaio 2011

HO SCESO....

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale

e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.

Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.

Il mio dura tuttora, né più mi occorrono

le coincidenze, le prenotazioni,

le trappole, gli scorni di chi crede

che la realtà sia quella che si vede.

Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio

non già perché con quattr’occhi forse si vede di più.

Con te le ho scese perché sapevo che di noi due

le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,

erano le tue.

(Eugenio Montale)


Il poeta con la moglie Drusilla

15 commenti:

  1. Che toccante dedica d'amore, vero?

    RispondiElimina
  2. Verissimo Sandra, è di una tenerezza infinita.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. E' bellissima, ho da poco perso una persona molto importante e queste parole toccano il cuore... ps: grazie per l'augurio che mi hai lasciato, ricambio :)

    RispondiElimina
  4. grazie,Paola^;^ è bellissima questa dichiarazione d'amore!!bacioni cara :-*

    RispondiElimina
  5. ciao...che bella poesia..una bellissima dichiarazine d'amore..ciao..luigina

    RispondiElimina
  6. Nel cuore dei sapori, Elisabetta e Luigina: vi ringrazio della visita care amiche.
    Questa poesia è veramente una splendida dichiarazione d'amore.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  7. ciao un caro saluto e buona domenica..ciao..luigina

    RispondiElimina
  8. Vero Lucrezia, ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  9. Ho fatto un giro per il blog.
    Bellissimo il giardino, e portentoso
    il micio!

    RispondiElimina
  10. Sei gentile Costantino: ti ringrazio tanto e ti saluto caramente

    RispondiElimina
  11. Ecco cos'è il vero Amore!
    Ciao Paola, spero che tu stia bene. Io sto smaltendo i sintomi di una fastidiosa influenza e aspetto rassegnata che passi l'inverno. Ho bisogno di tornare in giardino!
    Un caro saluto!
    Sara

    RispondiElimina
  12. Sara, a parte i doloretti alle ossa dovuti anche al freddo e all'umidità, sto bene.. anche se sono stata meglio!
    Ho anch'io tanto bisogno del mio giardino, del suo rifiorire.. spero tu ti rimetta presto: un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Splendida poesia...due vite che scendono le stesse scale..sostenendosi...quando uno dei due viene a mancare..i gradini si fanno più grandi e scenderle diviene precario.
    Rileggo a ritroso..scusami Paola...la curiosità in una notte insonne..serena notte..
    Dandelìon

    RispondiElimina

Buona giornata a chiunque entri nel mio giardino:spero senta il profumo dei miei fiori e tragga gioia dalle poesie che posterò, la stessa gioia che ne traggo io leggendole e scegliendole....a tutti il benvenuto e sempre.... un sorriso...

Si è verificato un errore nel gadget